Fiori Orchidea

fiori orchidea

L’Orchidea è uno dei fiori più popolari in commercio, sia per le innegabili qualità ornamentali, che rendono l’arbusto in vaso un’eccellente pianta da appartamento, sia per l’aspetto elegante e ricercato che la trasforma in un regalo romantico sempre assai gradito.

A livello botanico questa famiglia di monocotiledoni è stata classificata nel Settecento con il nome di Orchidacee, una tipologia di piante erbacee perenni che, con notevoli varietà, riescono ad assorbire dall’acqua presente nell’ambiente le sostanze necessarie alla loro sopravvivenza tramite le radici aeree (autotrofia), ma possono essere anche capaci di nutrirsi assimilando sostanze da organismi in decomposizione (sapròfite).

La maggior parte delle specie di Orchidee è di origine tropicale (Asia, America Centrale, Sudamerica), tuttavia circa il 15% di esse riesce a crescere spontaneamente anche in posti temperati o freddi. Gli unici climi off-limits per l’Orchidea sono quelli desertici o ghiacciati.

In Italia crescono spontaneamente circa 29 generi di Orchidee, per un totale di 189 tra specie e sottospecie.

Come sono fatti i fiori dell’Orchidea

fiori orchidea strutturaLa tipica struttura dei fiori dell’Orchidea è alata, e comprende:

  • Tre sepali (foglie modificate facenti parte del calice) superiori
  • Tre petali inferiori; uno di questi (detto labello) è modificato in maniera tale da attirare gli insetti impollinatori

Le forme del labello e dello sperone cavo cambiano a seconda della specie, e di conseguenza la definiscono.

Quasi tutti i fiori di orchidea al momento dello sviluppo compiono una torsione di 180° (resupinazione), così che il petalo posteriore diviene inferiore e il sepalo anteriore diviene superiore. Come scritto prima, i sepali e i petali laterali sono quasi sempre uguali tra di loro, mentre il labello è sempre diverso e può assumere svariate forme; nello stesso tempo può o meno contenere nettare.

L’Orchidea nel linguaggio dei fiori

Come quasi tutti gli elementi del mondo botanico, anche le Orchidee derivano il proprio nome dalla lingua greca, e da una leggenda.

La leggenda narra del greco Orchide, fanciullo bellissimo al quale erano spuntati due seni femminili. Durante la sua adolescenza, egli incomincia ad assumere sembianze sempre più delicate e sinuose, tanto da essere deriso da fanciulle e fanciulli che lo trovano assai diverso da loro. Le sue trasformazioni fisiche si ripercuotono anche sul temperamento, a volte schivo e timido, altre lussurioso e aggressivo. Un giorno, preso dalla disperazione, Orchide si butta giù da una rupe e muore. Come d’incanto sul luogo della sua morte iniziano a spuntare tantissimi fiori, le orchidee appunto. Da ciò nacque anche l’usanza tra gli efébi ateniesi di cantare le lodi agli dei, vestiti di bianco, con in testa una bellissima corona di orchidee.

Volete regalare un’Orchidea a una persona cara? Nel paragrafo successivo vi parleremo del significato dei fiori di Orchidea, a seconda del colore.

Il significato dei fiori di Orchidea

In generale Orchidea significa “totale dedizione”, con un’accezione romantica, ma può implicare anche i concetti di passione e sensualità.

E’ un fiore da regalare soprattutto quando un uomo è sicuro di essere corrisposto dalla donna amata attraverso una forte passione, può voler dire: “Grazie per essere la mia compagna!” o “Sei sensuale!”. I fiori di orchidea sono il simbolo della raffinatezza e dell’eleganza. E’ considerato da secoli un fiore afrodisiaco: elisir d’amore, pozioni magiche e ricette contro la sterilità venivano preparate con le radice o gli steli di Orchidea.

Vediamo ora i casi più specifici:

  • L’orchidea bianca simboleggia l’assoluta purezza e quindi viene utilizzata in contesti di nascita o legata ai bambini.
  • L’orchidea rosa è simbolo di affetto e amore e viene spesso regalata al 14° anniversario di matrimonio.
  • L’orchidea giallo pastello, rosa e crema (di specie cymbidium) viene regalata al 28° anniversario di matrimonio.
  • Le orchidee Cattleya, profumatissime e amate da Proust, vengono associate all’avanzare dell’età e sono perfette per le donne mature; tenetele presenti come regalo per la Festa della Mamma, ad esempio.
  • Le orchidee nere (che in realtà sono marrone scuro) simboleggiano autorità e potere: un perfetto regalo per complimentarsi con il proprio capo o con un amico per un successo lavorativo conseguito.

L’Orchidea non implica soltanto la profanità. Nelle credenze cristiane, le macchie presenti sui fiori rappresentano il sangue di Cristo, pertanto nelle occasioni della Pasqua e del Natale, spesso gli altari delle Chiese sono ornati con i fiori di Orchidea.

Orchidea Phalaenopsis - Pianta vera - 2 rami - Bianco con Vaso Ceramica

Last update was in: 11 dicembre 2018 9:27

Fiori di Orchidea, quanto durano?

Per quanto l’Orchidea sia una pianta perenne, ovviamente i fiori hanno una durata temporanea.

Quando fioriscono le Orchidee?

Un certo numero di orchidee ha specifici periodi di fioritura, stimolati dal clima. Va però precisato che, in assenza delle condizioni climatiche ideali, l’orchidea non svilupperà i germogli e i fiori successivi. In questa tipologia vanno comprese le Dendrobium, Cymbidium, Phayus, Cycnoches e altre. Le restanti specie non hanno particolari periodi di fioritura e sviluppano i fiori in determinate condizioni di temperatura, e solo quando le piante sono abbastanza forti e quindi in grado di sostenere l’energia per sviluppare fiori. Questo gruppo include le Phalaenopsis, Paphiopedilum, un certo numero di Masdevalia e altre.

Quanto dura la fioritura di un’Orchidea?

Le Orchidee Phalaenopsis, le più diffuse, possono fiorire per oltre un anno al meglio delle condizioni di coltivazione. Tuttavia, la maggior parte delle orchidee non fiorisce così a lungo, il periodo medio di fioritura è tra 14 giorni (Miltonia e Cattleya) e un mese (Cymbidium, Paphiopedilum, Oncidium). La fioritura della vaniglia e quella del genere Stanhopea dura solo un giorno o due prima di appassire molto rapidamente.

Cosa fare quando cadono i fiori dell’Orchidea

Nella maggior parte delle orchidee, il peduncolo si secca dopo il periodo di fioritura, mentre in alcuni generi (Phalaenopsis) e specie (Masdevalia infracta e altre) su di esso crescono i rami nuovi dei fiori che si svilupperanno nel tempo. Se non siete sicuri di cosa fare, lasciate intatto il gambo dei fiori fino a che secca completamente, il che è un chiaro segno che non rifiorirà. È possibile tagliarlo allora e attendere che si formi un peduncolo nuovo tra le foglie, quando la pianta è abbastanza forte.

Leggi di più –> Orchidea, come curarla?

Orchidea senza fiori, cosa fare?

L’orchidea senza fiori necessita di specifiche cure. Le orchidee sfiorite preferiscono un ambiente umido e caldo, con temperature comprese tra i 15  e 34 °C.

Dalla primavera inoltrata, quanto le temperature aumentano e la pianta avrà perso i fiori, potete spostare l’orchidea all’esterno, sul terrazzo o balcone. L’unica condizione è che dovrete tenere l’orchidea in posizione luminosa o semi-ombreggiata: non deve essere colpita dai raggi diretti del sole!

Anche se l’orchidea è rimasta ormai senza fiore, dovrete continuare con le concimazioni, sebbene con una frequenza ridotta. Il fertilizzante è ancora utile alla pianta, anche se questa è sfiorita, e servirà a non farle perdere le foglie e a prosperare per tutta l’estate.

Dalla tarda primavera fino agli albori d’autunno, somministrate del concime liquido di tipo specifico per le orchidee. Il concime va somministrato ogni tre o quattro settimane, diluito in acqua con i dosaggi prescritti sulla confezione del prodotto. In commercio esistono molti concimi per orchidee, potete reperirli nei garden center o sfruttando la compravendita online. Su Amazon degli ottimi fertilizzanti per orchidee si trovano al prezzo di 6 – 8 euro con spese di spedizione gratuite.

Super fertilizzante liquido concentrato Orchid Focus Fioritura 300 ml

Free shipping
Last update was in: 11 dicembre 2018 9:27
6,39
Avete dei dubbi? Scriveteci qui le vostre domande!

Scrivi la tua domanda