Orchidea Scimmia

orchidea scimmia

Si tratta di una particolare specie di orchidea la cui corolla, unita ai pistilli ed alla particolare colorazione dei petali, sembra dare forma a quello che alla vista appare molto simile al buffo volto di una piccola scimmia.

Lo stesso nome scientifico di questo fiore risulta particolare: Dracula simia. Esso richiama infatti ben due similarità, quella già accennata con il volto di una piccola scimmia e quella che, per un particolare la accosterebbe al più famoso conte della Transilvania, nato dalla fantasia di Bram Stoker.

E’ una pianta molto particolare che necessita di cure altrettanto particolari, pena la morte. Per questi motivi, non è forse indicata ai neofiti delle orchidee.

Morfologia

Nei loro habitat naturali le Dracula sono prevalentemente epifite e alcune terrestri e si ritrovano frequentemente nella parte bassa degli alberi nelle zone boschive e forestali.

Le Dracula sono piante per lo più a sviluppo simpodiale, crescono orizzontalmente e hanno dei pseudobulbi quasi impercettibili.

Le foglie sono sottili e lunghe dai 15 ai 30 cm.

I fiori di questa orchidea sono molto grandi, caratterizzati da tre sepali arrotondati, che possono essere fusi alla base, con la parte arrotondata allungata a formare una sorta di coda. I sepali sono grandi e di solito ricoperti da peli, verruche e numerose venature o screziature di colore in genere scuro. I colori vanno dal bianco con sfumature di giallo, al rosa, al rosso sangue al marrone scuro – quasi nero. I petali in genere sono molto piccoli e posti a fianco della piccola colonna ed in genere macchiati di scuro, caratteristica questa che li fa sembrare gli occhi di una piccola scimmia. Il labello in genere è grande e pende dal centro del fiore ed è di solito di colore contrastante rispetto al resto del fiore. I fiori emergono direttamente dal substrato tramite dei pedicelli, caratteristica molto importante da tenere in considerazione nella scelta del contenitore che le dovrà ospitare.

Temperatura e Ventilazione

Per l’Orchidea Scimmia le temperature non devono superare i 18-20 °C durante il giorno e 10-12 °C durante la notte. Già temperature intorno ai 26°C sono mortali per la pianta che vede rapidamente seccarsi sia le radici che le gemme.

Se le temperature si alzano oltre i valori ottimali è fondamentale mantenere un ambiente molto fresco intorno all’orchidea con frequenti nebulizzazioni, anche due volte al giorno.

La differenza di temperatura tra il giorno e la notte è importante per garantire la fioritura.

Luce

L’Orchidea scimmia è una pianta che non richiede molta luce: un’intensità media di 1.000 – 1.500 lux è più che sufficiente a soddisfare le esigenze di luce e garantire delle splendide fioriture. Intensità più alte sono decisamente dannose sia per la crescita della pianta che per la produzione dei fiori soprattutto se associate ad alte temperature.

Leggi di più –> Come curare l’Orchidea

Annaffiatura

L’Orchidea Scimmia necessita di frequenti bagnature, in modo che il substrato di coltivazione si imbeva completamente d’acqua per poi lasciarla andar via attraverso i fori di drenaggio senza mai asciugarsi.

Nel periodo estivo, per mantenere la temperatura bassa, potrebbe essere opportuno innaffiarla anche due volte al giorno: la mattina presto ed il pomeriggio nebulizzando regolarmente usando in entrambi i casi rigorosamente o acqua piovana oppure demineralizzata.

Annaffiatoio,Bloomma 1pcs Bottiglia di plastica per annaffiatoio in plastica Bottiglia di compressione per anca in plastica adatta per giardino Piante...

Last update was in: 16 ottobre 2018 7:55
7,59

E’ importante mantenere un’umidità molto elevata associata ad una buona circolazione dell’aria soprattutto durante il periodo della fioritura. Tenete conto che in natura l’umidità intorno all’orchidea scimmia si aggira intorno al 70-90%. Se l’umidità non si mantieni su questi livelli nel giro di pochissimo tempo i fiori appassiscono in quanto la pianta subisce un vero e proprio shock.

Leggi di più –> Come annaffiare l’Orchidea

Concimazione

L’Orchidea scimmia è molto delicata, quindi mal sopporta ricche concentrazioni di concimi.

Per quanto riguarda le quantità da somministrare, consigliamo di dosare circa un decimo rispetto a quanto indicato nella confezione del fertilizzante, per una volta al mese magari ricorrendo a concimi con un più alto titolo in azoto (N) rispetto al fosforo (P) e al potassio (K).

CONCIME LIQUIDO PER ORCHIDEE COMPO IN CONFEZIONE DA 250 ML

Last update was in: 16 ottobre 2018 7:55
9,89

Nonostante questo tipo di orchidee siano in crescita attiva durante tutto l’anno è opportuno non concimare durante il periodo invernale (da novembre a febbraio).

I concimi vanno sempre sciolti nell’acqua di irrigazione e somministrati con il substrato sempre umido.

Rinvaso

L’Orchidea Scimmia andrebbe rinvasata ogni anno; l’alto livello di umidità necessario per la sopravvivenza della pianta favorisce il rapido deterioramento dello sfagno.

Il rinvaso è anche il momento per dividere la pianta facendo in modo però che ciascuna porzione abbia almeno sette foglie sane.

Leggi di più –> Come rinvasare l’orchidea

I contenitori ideali per queste orchidee sono dei cestini di rete metallica. Le radici possono stare comode (non amano stare costrette) in quanto la maggior parte delle specie hanno la tendenza a produrre fiori anche dalle parti basse e laterali. Esse spuntano da qualunque punto del substrato alla ricerca della luce con lunghi pedicelli penduli.

Leggi di più –> I vasi delle Orchidee

Un buon tipo di terriccio può essere il seguente: nella pare bassa del cestino sistemare del bark mentre nella parte superiore, quella che effettivamente sarà a contatto con le radici dello sfagno e della corteccia di abete di media grandezza o in alternativa della torba e del bark sminuzzato.

Leggi di più –> Il terriccio delle Orchidee

Fioritura

Se vengono rispettate le numerose esigenze colturali, l’Orchidea Scimmia è una pianta molto generosa che fiorisce in continuazione e non entra in riposo vegetativo.

L’epoca di fioritura è estremamente variabile e non è possibile dare delle indicazioni di massima, alcune sono legate alle stagioni, altre in qualsiasi momento dell’anno.

Avete dei dubbi? Scriveteci qui le vostre domande!

Scrivi la tua domanda