Terriccio per Orchidee

terriccio per orchidee

Esistono diversi materiali adatti a comporre un buon terriccio per orchidee: la caratteristica comune è che devono essere ben drenati, in modo da evitare eventuali ristagni d’acqua, e leggeri, per non appesantire e soffocare le radici.

In questo articolo ve li presenteremo, classificandoli secondo la loro origine.

Materiali di origine vegetale

Sfagno

Sono masse spugnose, muschi che non possiedono radici, ma solo dei filamenti (rizoidi) di colore bruno-rossastro, un corto fusticino e delle foglioline di colore verde molto pallido. Gli sfagni si solito provengono dalle zone di Varese ed hanno la caratteristica di trattenere fino a 10 volte il loro peso in acqua. Lo sfagno si trova sotto forma di fibre lunghe o corte, vive o morte. Il migliore è sicuramente lo sfagno vivo che continuerà a crescere nel vaso.

Torba di Sfagno

Sono i muschi morti che si depositano sul fondo degli acquitrini e delle paludi. Ha una capacità di trattenere l’acqua superiore allo sfagno ma si degrada molto più rapidamente. Non può essere usata da sola come substrato per le orchidee in quanto rimane troppo compatta e densa.

Seramis substrato per orchidea, 2,5 l

Last update was in: 11 dicembre 2018 9:28
10,33

Osmunda

Sono nient’altro che le radici dell’Osmunda regalis, una felce di grandi dimensioni, alta 1-2 metri, originaria dell’Italia, provvista di rizoma e radici carnose.

Attualmente è una specie protetta per cui non può essere raccolta in natura ma un tempo era molto usata come substrato da rinvaso anche se aveva il difetto di essere un vettore di diverse patologie.

Foglie di Faggio

Le foglie di faggio vengono prima fermentate con l’aggiunta di nitrato di ammonio e, una volta pronte, macinate. Ne esce fuori un substrato leggero che consente un buon arieggiamento in grado di cedere una moderata quantità di Azoto. Ha lo svantaggio di non essere strutturalmente stabile per cui dura dai 7 mesi ai 10 mesi.

TERRICCIO PER ORCHIDEE DA 12 LT

Last update was in: 11 dicembre 2018 9:28
7,90

Bark

Il Bark è formato dalla corteccia di abete rosso (Picea abies) e di Pseudotsuga douglasii, originaria del Nord America, frantumate in piccolissime porzioni da pochi millimetri ed immerse in acqua per 24 ore prima dell’uso. Mantengono inalterate le loro caratteristiche per circa quattro anni, dopo di che iniziano a deteriorarsi ed il PH aumenta fino a 6, quindi vanno sostituite.

terriccio bark orchidee

Nel terriccio per Orchidee, il bark va mescolato con polistirolo espanso in modo da aerare il composto. E’ il substrato più conosciuto ed economico per rinvasare le orchidee. Si presenta ruvido e si trova sul mercato in tre misure diverse:

  • minuta, usata per i semenzai e per le orchidee con le radici sottili (tipo ad esempio l’Odontoglossum);
  • media o mezzana utilizzata per le orchidee di dimensioni medie;
  • grossa, per le orchidee che raggiungono buone dimensioni tipo Phalenopsis, Vanda, Cattleya.

solevivo terriccio per orchidee da 5 lt

Free shipping
Last update was in: 11 dicembre 2018 9:28
12,50

Lana di Roccia

Deriva da un miscuglio di rocce (Basalti, rocce eruttive, Diabasi) trattate ad alta temperature (2000°C) in tal modo avviene quello che tecnicamente si chiama “estrusione” (si formano dei fili molto sottili). Questo materiale viene compresso ed aggiunto di resine per formare delle lastre o cubi di diversa grandezza circondati da fogli di polietilene. E’ un materiale molto leggero e privo di elementi nutritivi.

Corteccia di Sughero

La corteccia di sughero viene ridotta in frantumi alla quale si aggiungono dei pezzi di spugna per trattenere l’acqua.

Carbone di Legna

Il Carbone di legna ha la capacità di trattenere i sali minerali pertanto se usate prevalentemente acqua ricca di sali, lasciatelo perdere.

Seramis 1174458 Speciale mistura granulare per orchidee, 7 litri

Free shipping
Last update was in: 11 dicembre 2018 9:28
12,49

Cortecce

Le cortecce possono essere di Sequoia, di Palma, di Felci arboree come la Cyathea che sono usate per formare le cosiddette “zattere” che trovate appese nelle serre.

Terra di Brughiera

La Terra di brughiera deriva dalla decomposizione, avvenuta nei secoli, su un substrato sabbioso di Calluna vulgaris, Erica gracilis e Molina cerulea. E’ di colore grigio, morbida al tatto e con un PH tra 4,5 e 6. Ha un mediocre contenuto di sostanza organica ma una elevata capacità di trattenere l’acqua.

Materiali di origine minerale

Pomice

La Pomice è una roccia vulcanica formata da silicato di alluminio con piccole parti di Sodio e Potassio e tracce di Calcio, Magnesio, Ferro. Si tratta di materiale che normalmente non è sterilizzato in quanto non è sottoposto a nessun trattamento. Ha un colore grigio bianco, è porosa e assai leggera. Si usa per migliorare il drenaggio.

Argilla Espansa

L’Argilla espansa deriva da argilla-roccia che si è formata in ambiente marino nelle ere geologiche dell’eocene e del cretaceo. Viene prelevata da cave, è priva di sostanza organica, e dopo vari trattamenti soprattutto ad altissime temperature si ottengono le classiche palline che conosciamo di colore rosa/bruno all’esterno e grigie all’interno.

argilla espansa orchidee

Ha la particolarità dì avere una bassa conducibilità termica per cui è utile per evitare sbalzi di temperatura all’interno del substrato. Ha un’elevata capacità per l’aria per cui si usa sul fondo dei vasi come materiale drenante. E’ sterile, non ha capacità di scambio ionico ed ha un PH neutro.

Perlite

Deriva da una roccia vulcanica silicea. Viene trattata ad altissime temperature che la rendono di aspetto granuloso – spugnoso. E’ sterile ed ha un PH neutro.

perlite orchidee

Ha la capacità di assorbire l’acqua 3-4 volte il suo peso ed ha una bassa capacità di scambio ionico. Dura diversi anni, ma quando assume la colorazione gialla vuol dire che si è deteriorata e va sostituita.

Polistirolo Espanso

Si ottiene sottoponendo ad alte temperature il petrolio, che si dilata. Si presenta sotto forma di piccoli granuli bianchi, con ridottissima capacità di trattenere l’acqua, non possiede capacità di scambio ionico per cui anche se ha un PH altissimo (circa 9) non ha importanza nel suo uso in quanto non interagisce con il substrato. Ha una elevata capacità d’aria per cui viene usato per migliorare l’aerazione di un terreno. E’ un prodotto sterile.

Vermiculite

E’ un silicato idrato di Alluminio, Ferro e Magnesio proveniente dai giacimenti degli Stati Uniti e del Sud Africa. Nel processo di lavorazione è sfaldato in lamelle e riscaldato a temperature superiori a 1000°C. Dopo questo trattamento si trasforma in tante particelle spugnose. Esiste di diverse pezzature che vanno da 1 a 6 mm. La sua caratteristica è che trattiene l’acqua fino a 5 volte il suo peso ed ha una elevata capacità di scambio cationico, simile alla torba, dalla quale differisce perché ha una più elevata quantità di elementi minerali per cui necessita di minori fertilizzazioni. E’ un prodotto sterile con un PH intorno a 6-8. Più che in orchicoltura viene usato per la radicazione delle talee e per la radicazione dei semi, mischiato alla torba.

 Come fare il terriccio per Orchidee

La composizione di un buon terriccio per orchidee dovrebbe comprendere la fibra di osmunda e la torba bionda di sfagno, proporzionate in 2/3 e 1/3. Ovviamente, è anche possibile inserirvi altri materiali, a patto che siano di provenienza vegetale, come varie cortecce (ad esempio: abete, pino o sughero). Non sono comunque vietati alcuni dei soliti materiali di origine minerale, come l’ argilla espansa o il polistirolo espanso.

Tenete presente che, mentre è possibile modificare e migliorare la fertilità del substrato, non è possibile modificarne la struttura. In quel caso sarete costretti al rinvaso.

Inoltre, è bene sapere che, per garantire il giusto apporto di nutrienti, acqua e ossigeno alle radici in modo costante, tutti i materiali dovranno essere presenti in particelle medio-grandi e non dovranno assolutamente essere disposte in modo da asfissiare le radici, le quali dovranno avere lo spazio necessario per espandersi e trovare, in questo modo, gli elementi nutritivi di cui necessitano.

Avete dei dubbi? Scriveteci qui le vostre domande!

Scrivi la tua domanda